Rinvio e voto elettronico per Ordine: avevamo ragione

Finalmente il voto elettronico per le elezioni dell’Ordine dei giornalisti. Lo avevamo chiesto per garantire un voto partecipato e in sicurezza a tutti i giornalisti in periodo di pandemia per il rinnovo del Consigli nazionale e regionali dell’Ordine. Era questo l’obiettivo che solo per buon senso e senso di responsabilità, ha portato al rinvio delle votazioni previste prima per il 4 e il 12 ottobre poi per il 15 e il 22 novembre e infine rinviate. Ora l’obiettivo del voto elettronico è stato raggiunto.

Con il decreto “Ristori” il Parlamento oltre ad autorizzare lo spostamento delle elezioni al prossimo febbraio ha introdotto questa possibilità. Era quanto chiedeva il presidente dell’Ordine dei giornalisti, Carlo Verna, insieme ai presidenti degli altri Ordini professionali di regioni colpite più virulentemente dalla pandemia.

È un grande risultato democratico, se ne avvantaggerà la partecipazione dei colleghi (che con il voto ai seggi votavano a schiere ridottissime: neanche il 10 per cento). Ora occorre lavorare per avviare le procedure e rendere concreta questa possibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.