Categoria: Opinioni

Domani: un nome, un programma

di Siria Guerrieri – Freelance “giovane”      L’ufficializzazione della nascita di Domani – questo il nome del nuovo giornale di Carlo De Benedetti – è un segnale di speranza. Un sasso lanciato nello stagno, destinato certamente a smuovere le acque di un sistema mediatico nazionale che non brilla, oquantomeno non abbastanza, per indipendenza e coraggio.  L’ex editore storico di Repubblica ha già registrato la proprietà a Milano, con un capitale sociale da 10 […]

Continua a leggere

“Piano di Emergenza Rai” – L’informazione non deve essere di uno, ma di tutti

di Francesca Altieri, portavoce Infofuturo per la Rai       Sabato 21 marzo ore 18. Protezione civile: “Sono 42.681 i contagiati da Coronavirus in Italia, 4.821 più di ieri. I guariti 6.072, 943 in un giorno. Le vittime sono 793 in più, totale 4.825. Ricoverati in terapia intensiva 2.857, 202 in più in 24 ore”. […]

Continua a leggere

COVID-19: la sofferenza silenziosa delle categorie deboli – VIDEO

di Alessandro Gaeta      C’è una pagina di giornalismo civile che in questi giorni dell’Emergenza Coronavirus è ancora tutta da scrivere. Stiamo riempiendo pagine e pagine di inchiostro, stiamo animando blog e spazi di informazione online, stiamo trasmettendo maratone televisive sulla pandemia che sta sconvolgendo le nostre vite ma abbiamo detto e scritto molto […]

Continua a leggere

Le minacce a Verdelli segno di un tempo malato

Riprendiamo dal profilo Facebook di Giampaolo Cadalanu        Prima un gruppo di figuri con le maschere sul volto, militanti di Forza Nuova, si è esibito in una “protesta” (ovvero: un atto di intimidazione) all’ingresso della redazione, con tanto di fumogeni, per segnalare la “parzialità” di Repubblica e dell’Espresso. Avevano osato, nientemeno, guardare nei conti […]

Continua a leggere

Le tre d per vincere il contagio: dati, dati, dati

Di Michele Mezza (articolo pubblicato su Ytali.com)      In Francia addirittura si vota, nel Regno Unito s’attende l’immunità di gregge, mentre in Austria e Svizzera si chiudono le frontiere. L’Italia ha chiuso le città, sbarrato i negozi, interdetto i parchi e i giardini, scoraggiando le passeggiate. Ogni discussione filosofica è del tutto capziosa, e […]

Continua a leggere