Stigliano denunciata ai probiviri: inaccettabile compressione alla libertà di pensiero

E’ ridicolo e al tempo stesso grave e inaccettabile che l’espressione di posizioni critiche sia motivo di azioni disciplinari, tanto più se avviene nel sindacato dei giornalisti che più di altri dovrebbero essere affezionati alla libertà di manifestazione del pensiero.

Siamo dunque pienamente solidali con la collega Daniela Stigliano, caporedattrice di Oggi, sindacalista di lungo corso e attualmente consigliera dell’Inpgi, sottoposta a una grottesca contestazione disciplinare da parte dei probiviri dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti.

Stigliano risponde di aver pronunciato, alla presenza di esponenti del governo nel corso dei recenti Stati generali dell’editoria, civili e ragionevoli considerazioni critiche sul contratto Uspi applicato al mondo del digitale e sull’identificazione della difesa delle pensioni della categoria con la difesa dell’Inpgi. Sono posizioni che hanno piena cittadinanza nel dibattito sindacale, anzi le perplessità sul contratto Uspi sono in parte condivise anche dai vertici della Fnsi.

In ogni caso è inammissibile che sia censurata la loro espressione pubblica, se non in un sindacato che ha paura anche della propria ombra.

Coordinamento Informazione@futuro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.