La salute in redazione

di Giorgio Pacifici – candidato Insieme per Casagit

La tutela della salute sui luoghi di lavoro è un argomento primario. Il giornalismo con i ritmi inusuali, legati al flusso continuo di notizie, è per sua stessa costituzione un’attività a rischio per il benessere di chi lavora. Inoltre, si tratta di una professione svolta con tecnologie che diminuiscono sempre di più le barriere fra luogo lavorativo e privato, a volte fino ad annullarle. Diventa necessario, quindi, un monitoraggio quotidiano e costante della salute del giornalista, anche sul campo.

E un aggiornamento costante circa gli argomenti legati alle patologie comuni, che riguardino gli aspetti più colpiti: posturali ed ergonomici, apparato visivo, ambiente di lavoro, radiazioni e campi magnetici, alimentazione, stress e psicologia. Cresce inoltre l’importanza di analizzare il luogo fisico dove si effettua l’attività, per far sì che sia sempre adeguato alla normativa su salute e lavoro, oggi molto dettagliata ma ancora da applicare fino in fondo da parte delle aziende. Diventa importante, quindi, attuare un monitoraggio costante e avanzato delle condizioni di salute all’interno dell’ambiente della redazione.

E, non solo: data la molteplicità di contratti che orbitano attorno al Pianeta Giornalismo, è primario capire dove, come e con quali ritmi si esercita la professione, e comprendendo appieno i riflessi sull’organismo , dal punto di vista psico-fisico. Un argomento fondamentale da tenere presente anche nei prossimi anni in Casagit, per dare importanza a un aspetto basilare del nostro lavoro e delle nostre vite. Proseguendo un’attività cominciata già da qualche anno, con la costituzione di una Commissione Salute e Lavoro che indagasse su questi temi. .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.