Con “Insieme per Casagit” più trasparenza nella nostra Cassa

di Giovanni Innamorati – candidato Insieme per Casagit

La prossima consiliatura di Casagit dovrà essere caratterizzata da una maggiore trasparenza rispetto al passato, ed una delle ragioni stesse per cui è nata “Insieme per Casagit”, è proprio quella di spingere sul pedale della trasparenza. Vediamo perché e in cosa consiste la trasparenza necessaria.

Casagit, da semplice Associazione è diventata una Società di Mutuo Soccorso: questo per arrivare ad una apertura a “popolazioni” più ampie, che permetta di continuare ai giornalisti ad avere le stesse prestazioni e gli stessi meccanismi di solidarietà interna. E’ auspicio condiviso che ai Nuovi Profili aderiscano intere categorie o dipendenti di intere aziende o lavoratori di interi Contratti nazionali; ma la governance di Casagit rimarrà nelle mani dei giornalisti che saranno dunque chiamati alla massima trasparenza in una serie di scelte per poter essere credibili davanti alle potenziali categorie aderenti.

La prima scelta da compiere, da un punto di vista cronologico, sarà quella che il futuro Cda dovrà fare, nella sua prima seduta, sulle indennità per tutti gli organi sociali. Va detto che storicamente le indennità degli organi sociali della Casagit sono le più basse tra tutti gli Enti di categoria (Inpgi, Fnsi, Ordine), e tuttavia ciò non toglie che dovranno essere accessibili ai soci che le voglia conoscere. Accessibili dovranno essere anche tutte le deliberazioni del futuro Cda. 

“Insieme per Casagit” nasce anche per promuovere nella categoria uno spirito di indipendenza rispetto a certe logiche spartitorie sindacali che purtroppo si sono verificate nella precedente consiliatura anche in Casagit, che in passato ne era stata esente, rispetto agli altri Enti dei giornalisti. Va ammesso che l’attuale maggioranza che governa il nostro sindacato ha in passato concepito gli organi sociali (e le relative indennità) dei vari Enti, come una sorta di “cursus honorum”, per carriere sindacali: si iniziava da Casagit, per passare poi in Inpgi, nell’Ordine ed infine nella Fnsi. “Insieme per Casagit” nasce per ridare alla nostra Cassa la propria autonomia, e in tal senso la trasparenza è coerente con tale impostazione.

C’è poi il tema della Fondazione. Nel cambio di Statuto della nostra Cassa, si è dato vita ad una Fondazione a cui sono stati conferiti 30 dei 40 milioni di patrimonio della Cassa. La Fondazione, sarà in sintesi governata dagli organi della Società di Mutuo Soccorso e utilizzerà i propri fondi per scopi solidaristici che riguarderanno esclusivamente i giornalisti e non le altre categorie che, auspicabilmente, ricorreranno alle prestazioni di Casagit. Ma altrettanta trasparenza dovremo esigere nella Fondazione, sia per le indennità sia per le sue decisioni.

C’è un celebre passo evangelico che sovente viene citato per indicare il ruolo dei giornalisti: mi piace concludere citandolo perché vale anche per l’esigenza di trasparenza:

Non c’è nulla di nascosto che non sarà svelato, né di segreto che non sarà conosciuto. Pertanto ciò che avrete detto nelle tenebre, sarà udito in piena luce; e ciò che avrete detto all’orecchio nelle stanze più interne, sarà annunziato sui tetti”. (Lc 12, 2-3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.